• dott.ssa Silvana Campisi

Calvizie. Adolescenti: il 15% ha già i primi segni

La calvizie colpisce più di 11 milioni di italiani

Molte di queste sono donne, che costituiscono circa il 30% del totale (35% in età fertile e 50% in menopausa) mentre è in aumento la calvizie tra gli adolescenti.  Non è solo questione di genetica. Studi recenti hanno dimostrato che una dieta inadeguata, stress, alterazioni ormonali, infezioni, farmaci e uno scorretto stile di vita sono fattori che possono incidere pesantemente sulla perdita dei capelli.

Calvizie adolescenti

Un problema in continua crescita. In Italia la calvizie colpisce più di 11 milioni di italiani, tra i quali figurano molti soggetti giovani (il 15% dei ragazzi presenta già segni di diradamento in età adolescenziale) e molte donne, che costituiscono circa il 30% del totale (35% in età fertile e 50% in menopausa).

Un adolescente su cinque, in Italia, perde i capelli

Questo dato preoccupante è emerso da una ricerca promossa dall'Ihrf, la fondazione internazionale per la ricerca sui capelli, che, in collaborazione con più di 100 dermatologi, ha analizzato lo stato di salute della chioma di 10 mila ragazzi italiani. I risultati sono stati presentati  a Roma, nel XIV Congresso Internazionale dell'Ishr (Società italiana per la cura e chirurgia della calvizie). Accade per lo più agli adolescenti tra i 12 e i 20 anni. Nella maggior parte dei casi, si tratta della forma più diffusa di calvizie: l'alopecia androgenetica. Inizia con l'aumento della produzione del sebo, poi i capelli diventano più fini e cadono sempre più frequente, finché non si arriva ad un inevitabile diradamento.

Il fenomeno è in aumento

Fra le cause: disturbi alimentari, il fumo e poche ore di sonno. Fattori che possono influire pesantemente sono anche: alterazioni ormonali, infezioni, farmaci e uno scorretto stile di vita.  L'uso eccessivo di gel per capelli, contrariamente a quanto si pensa, incide molto meno. La perdita dei capelli per gli adolescenti è causa di un forte disagio psicologico. Il 90% dei ragazzi lo vive come un problema prioritario e condizionante. Il 60% di loro, la considera addirittura una menomazione estetica e si vergogna. Nel 35% dei casi analizzati, gli adolescenti che soffrono di calvizie arrivano ad isolarsi, rinunciando a stare con gli amici e riducendo la frequenza scolastica.

La BioRicrescita

La BioRicrescita è una tecnica innovativa derivata dalla medicina rigenerativa, che attiva le cellule staminali del bulbo e stimola sul cuoio capelluto lo stesso processo di riparazione che avviene naturalmente nel nostro corpo.

In 6 mesi i capelli possono ricrescere, con risultati sorprendenti sia sugli uomini che sulle donne e senza effetti collaterali di nessun tipo. Il nostro team medico ha un'esperienza ventennale sulle staminali e di oltre 10 anni nella rigenerazione dei tessuti della pelle con la medicina rigenerativa, ed è uno dei pochi autorizzati dalle autorità sanitarie ad applicare la BioRicrescita.


Vuoi saperne di più su BioRicrescita? Contattaci e prenota una visita, per affrontare una volta per tutte il problema della calvizie.

Convenzione con i Servizi di Medicina Trasfusionale di competenza territoriale

Via Tagliamento, 44 - 00198 ROMA

Tel: 06 8360 0063

  • BioRicrescita

© 2020 by BioRicrescita