• dott.ssa Silvana Campisi

Crescina Ricrescita segnalata da Antitrust

Nuova segnalazione per il prodotto Crescina Ri-crescita, che si rivolge a persone afflitte da diradamento dei capelli e da incipiente calvizie.

I “ricercatori” di Labo “hanno sviluppato una nuova Crescina” contenente delle “molecole cosmetiche” prodotte con tecniche di “bio-ingegneria genetica e identiche ai fattori di crescita umani, ma adatte a un’applicazione topica sul cuoio capelluto” per “favorire la crescita fisiologica dei capelli”.

L'accusa dell'antitrust a Crescina

Anche in questo caso, secondo l'antotrust, il messaggio crea confusione: “È evidente che la comunicazione della Labo genera la più profonda confusione in merito alla distinzione tra farmaci e cosmetici, quando afferma che dei cosmetici abbiano proprietà assimilabili a quelle dei fattori di crescita umani in grado di produrre effetti su una condizione che affligge numerose persone, per questo più sensibili a questo tipo di comunicazione”. Inoltre i "fattori di crescita umani" sono "non meglio identificati, ma molto evocativi"


Altra segnalazione Altroconsumo: Speedy Hair di Biopoint

Altro prodotto finito nel mirino dell’associazione è la linea di cosmetici (shampoo, maschera e spray) Speedy Hair di Biopoint, che promette di “far crescere i capelli più in fretta”, per la precisione “2 volte più in fretta”.

Può farlo un cosmetico?

“La crescita dei capelli è un processo biologico finemente regolato: un cosmetico non può quindi vantare un’azione come quella descritta – dice Altroconsumo – La comunicazione di Speedy Hair allude a un’azione ascrivibile più a una sostanza ad azione farmacologica che non agli ingredienti di un cosmetico. L’utilizzo di frasi quali “scientificamente provato”, il riferimento a “test strumentali di laboratorio”, l’utilizzo di grafici per ammantare di scientificità la comunicazione, la garanzia di “risultati immediatamente visibili” sono ulteriore fonte di confusione.

Tutto questo a nostro avviso è fuorviante e ingannevole perché induce a pensare che questa linea di prodotti non sia una comune linea di cosmetici, ma qualcosa di più: impedisce così di comprendere quale sia la reale natura del prodotto e orienta indebitamente le scelte di acquisto del consumatore”.  

La BioRicrescita

La BioRicrescita è una tecnica innovativa derivata dalla medicina rigenerativa, che attiva le cellule staminali del bulbo e stimola sul cuoio capelluto lo stesso processo di riparazione che avviene naturalmente nel nostro corpo.

In 6 mesi i capelli possono ricrescere , con risultati sorprendenti sia sugli uomini che sulle donne e senza effetti collaterali di nessun tipo.

Il nostro team medico ha una esperienza ventennale sulle staminali e di oltre 10 anni nella rigenerazione dei tessuti della pelle con la medicina rigenerativa, ed è uno dei pochi autorizzati dalle autorità sanitarie ad applicare la BioRicrescita.

Vuoi saperne di più su BioRicrescita? Contattaci e prenota una visita, per affrontare una volta per tutte il problema della calvizie.

Convenzione con i Servizi di Medicina Trasfusionale di competenza territoriale

Via Piave, 76 - 00198 ROMA

Tel: 335 6889036

  • BioRicrescita

© 2020 by BioRicrescita