• dott.ssa Silvana Campisi

Il PRP: che cosa è e a cosa serve

Il PRP è plasma con un concentrato di piastrine che rilasciamo fattori di crescita. Viene utilizzato con ottimi risultati in varie branche della medicina. L’utilizzo nei casi di calvizie determina la ricrescita dei capelli.


Che cosa è il PRP: il PRP è plasma con un concentrato di piastrine

Il P.R.P. (= Plasma Ricco di Piastrine), come dice lo stesso termine, è il plasma con un concentrato di piastrine. Si tratta, cioè, di un aumento della concentrazione di piastrine autologhe, sospese in una piccola quantità di plasma, dopo la centrifugazione del sangue dello stesso paziente.

In altri termini il PRP è un prodotto di derivazione ematica, studiato ed utilizzato da alcuni anni in diverse branche della medicina. Il razionale d'uso del PRP consiste nel fatto che le piastrine, di cui è ricco il PRP, rilasciano numerose sostanze che promuovono la riparazione tissutale e influenzano il comportamento di altre cellule modulando l'infiammazione e la neoformazione di vasi sanguigni.


A cosa serve il PRP: le piastrine rilasciano i fattori di crescita

Le piastrine, infatti, giocano un ruolo fondamentale nel mediare la guarigione del tessuto danneggiato grazie alla capacità di liberare fattori di crescita, tra i quali il PDGF, il TGF β, il VEGF, l'IGF-1, l'FGF, e l'EGF.

Il termine fattore di crescita (in inglese "growth factor": G.F.) si riferisce, quindi, a proteine capaci di stimolare la proliferazione e la differenziazione cellulare.

Il PRP con i fattori di crescita determina la riparazione dei tessuti

Sono ormai numerosi i lavori scientifici, e le relative applicazioni, che dimostrano come il trattamento di determinate patologie con infiltrazioni di fattori di crescita (ad esempio: lesione dei tendini, lesione del menisco, cuffia dei rotatori della spalla…) raggiungano ottimi risultati in parecchie branche della medicina.

Il PRP, con i suoi effetti benefici, quali il rifornimento autologo dei fattori di crescita e la rapida guarigione, ha inoltre il vantaggio di essere relativamente poco costoso, facilmente disponibile e tecnicamente molto semplice da realizzare.


Il PRP è ormai applicato per la ricrescita dei capelli con ottimi risultati

Da quando il capello è stato studiato e classificato come tessuto (Fuchs ed altri, Hyperproliferation and defects in epithelial polarity upon conditional ablation of alpha-catenin in skin; Cell 104: 605-617, 2001), la sua patologia è rientrata in quella della rigenerazione dei tessuti. E gli effetti benefici del PRP nella ricrescita dei capelli sono ormai ben noti.

Le cellule staminali della zona del bulbo nei follicoli di pazienti affetti da calvizie sono in arresto funzionale, cioè sono bloccate in uno stato di “riposo”, in attesa che possano ricevere un segnale di attivazione. Il PRP fornisce lo stimolo di attivazione in quanto i fattori di crescita che contiene inducono le cellule staminali a rientrare nel ciclo cellulare e a replicarsi. Sono i fattori di crescita che comportano la rivascolarizzazione. Le staminali attive del follicolo possono così tornare a svolgere la loro funzione, ripristinando il ciclo fisiologico della crescita del capello.

Affinché il PRP possa riprodurre i capelli, è necessario, però, che i follicoli del cuoio capelluto non siano atrofizzati

Finché il follicolo che produce i capelli non è del tutto atrofizzato, è possibile rigenerarlo e, quindi, indurre la ricrescita dei capelli .Se si arriva, quindi, prima dell’atrofizzazione completa del follicolo, lo si può stimolare e così invertire non solo il processo di atrofizzazione, ma stimolare anche la produzione del capello. Nel caso di follicolo completamente atrofizzato è inutile intervenire, con il PRP.


In quest’ultima ipotesi, c’è ancora una soluzione: “Rigenera”

Per questi ultimi casi, da pochissimo, esiste un nuovo sistema che si realizza tramite un medical device, Non si tratta di un trapianto. Non è neanche il classico PRP. Ha come effetto finale la rigenerazione di una nuova circolazione e di una nuova formazione dei capelli. E’ il sistema Rigenera: non c’è la classica centrifugazione del plasma, come si fa con le abituali somministrazi:oni del PRP. Il sistema Rigenera adotta un dispositivo medico monouso, iscritto nel repertorio esistente presso il Ministero della Salute.

La BioRicrescita

La BioRicrescita è una tecnica innovativa derivata dalla medicina rigenerativa, che attiva le cellule staminali del bulbo e stimola sul cuoio capelluto lo stesso processo di riparazione che avviene naturalmente nel nostro corpo.

In 6 mesi i capelli possono ricrescere , con risultati sorprendenti sia sugli uomini che sulle donne e senza effetti collaterali di nessun tipo.

Il nostro team medico ha una esperienza ventennale sulle staminali e di oltre 10 anni nella rigenerazione dei tessuti della pelle con la medicina rigenerativa, ed è uno dei pochi autorizzati dalle autorità sanitarie ad applicare la BioRicrescita.

Vuoi saperne di più su BioRicrescita? Contattaci e prenota una visita, per affrontare una volta per tutte il problema della calvizie.

Convenzione con i Servizi di Medicina Trasfusionale di competenza territoriale

Via Tagliamento, 44 - 00198 ROMA

Tel: 06 8360 0063

  • BioRicrescita

© 2020 by BioRicrescita