• dott.ssa Carolina Fossati

Un integratore per capelli per curare alopecia?

La ricerca scientifica offrirebbe nuove opportunità terapeutiche per la cura dei nostri capelli, attraverso un integratore per capelli: sarebbe un' opportunità che, in certi casi, potrebbe addirittura sostituire il trapianto. Lo si riporta nel sito di un noto quotidiano economico italiano, riferendo l’opinione del professor Fabio Rinaldi, Specializzato in Dermatologia e Venereologia presso l'Università di Milano e presidente della IHRF, International Hair Research Foundation.

"Oggi esistono degli integratori per capelli che sono merceologicamente dei non-farmaci (e che quindi possono essere presi da chiunque senza effetti collaterali e con una buona efficacia), ma hanno un'azione meccanica equivalente ai farmaci stessi. Ce ne sono a base di Serenoa repens, o di acidi polinsaturi, fino a quelli derivanti da una sostanza estratta da un'erba chiamata Nipononivea. Inoltre esiste un nuovo prodotto con un nuovo principio attivo che si chiama Ganoderma lucidum, già usato in Giappone da 3000 anni, che addirittura tiene in vita tutte le cellule con un'azione specifica e il cui grande vantaggio è che, con una buona efficacia, non rischiamo assolutamente nulla e quindi risulta ottimale conclude il nostro esperto - anche per le donne in età fertile, donne più giovani o addirittura anziane."


Il Ganoderma lucidum, un integratore per capelli che vuole curare la caduta dei capelli

Un integratore per capelli senz’altro sarà anche un prodotto “senza effetti collaterali”, ma rientra nella categoria “cosmetica”, per cui non si pretende di curare il fenomeno della caduta dei capelli, né di farne ricrescere dei nuovi, stimolando la rigenerazione tissutale, cioè i follicoli atrofizzati.  In altri termini non si è in grado di curare le patologie ed invertire, una volta per tutte, il fenomeno della caduta dei capelli. Anche se sono prodotti usati “da 3.000 anni”. Altrimenti la grandi case farmaceutiche avrebbero già sfruttato da tempo questi “principi attivi”! Il Ganoderma lucidum, in particolare, cioè il fungo parassita che predilige il legno di quercia o di castagno, è conosciuto per le sue proprietà officinali fin dalla seconda metà del 1700 (Encyclopédie Méthodique Botanique – Paris 1783).

Fonte: radio24.ilsole24ore on line

La BioRicrescita

La BioRicrescita è una tecnica innovativa derivata dalla medicina rigenerativa, che attiva le cellule staminali del bulbo e stimola sul cuoio capelluto lo stesso processo di riparazione che avviene naturalmente nel nostro corpo.

In 6 mesi i capelli possono ricrescere , con risultati sorprendenti sia sugli uomini che sulle donne e senza effetti collaterali di nessun tipo.

Il nostro team medico ha una esperienza ventennale sulle staminali e di oltre 10 anni nella rigenerazione dei tessuti della pelle con la medicina rigenerativa, ed è uno dei pochi autorizzati dalle autorità sanitarie ad applicare la BioRicrescita.

Vuoi saperne di più su BioRicrescita? Contattaci e prenota una visita, per affrontare una volta per tutte il problema della calvizie.

Post recenti

Mostra tutti