Convenzione con i Servizi di Medicina Trasfusionale di competenza territoriale

Via Tagliamento, 44 - 00198 ROMA

Tel: 06 8360 0063

  • BioRicrescita

© 2020 by BioRicrescita

Vantaggi rispetto agli altri metodi

Meglio di autotrapianto e fialette anticaduta?

Fino ad oggi per curare la calvizie la strada obbligata era quella dell'autotrapianto e fialette. Se l'autotrapianto era molto invasivo, l'alternativa delle terapie farmacologiche (Bioscalin,...) porta con se degli  effetti collaterali, mentre le cremine e le fialette (Phyto, Keramine, ...) spesso non sono efficiaci. Complessivamente nessuno di questi metodi si è rivelato altamente efficace ed in grado di curare la patologia definitivamente ed invertire una volta per tutte il fenomeno di caduta dei capelli. Infatti, l'autotrapianto non si è dimostrato in grado di risolvere il problema, perchè lo copre solo temporaneamente. Il trapianto, per quanto ben fatto, prevede una operazione chirurgica, con tutti i rischi che comporta, e a volte lascia sulla pelle piccole cicatrici anche in zone direttamente visibili come la stempiatura. I capelli continueranno a cadere e succede che si avrà bisogno di una nuova operazione. Inoltre, soprattutto con i primi tipi di autotrapianto, si riscontrano esiti cicatrizzali e risultati non naturali, bassa sopravvivenza dei capelli, insoddisfacente densità e aspetto “bambola”.

 

Vediamo un confronto con la BioRicrescita:

1) Rigenerazione tissutale con la BioRicrescita

La rigenerazione tissutale permette al corpo di "auto-ripararsi". Con la BioRicrescita si stimola la rigenerazione tissutale sui capelli, in modo che i capelli perduti ricrescono da soli. Il metodo non comporta nessun effetto collaterale, perchè stimola un processo naturale. Il limite della BioRicrescita è nel non poter garantire a tutti il successo della cura. Per questo, per minimizzare questa possibilità, è prevista una consulenza iniziale in cui si valuta il singolo caso e si escludono i casi di sicuro insuccesso.

  • Tipologia: ricrescita naturale

  • Tempistica: una sola visita (2 ore), a volte due

  • Efficacia: risolutiva - nei casi di successo rigenera i follicoli atrofizzati

  • Naturale: Si, E’ il tuo stesso organismo che ripara il bulbo del capello e lo fa ricrescere

  • Rimangono segni: no

  • Effetti collaterali: no

 

2) Trapianto ed autotrapianto - nascondere il problema senza curarlo

L'autotrapianto oggi è la soluzione più conosciuta al problema di calvizie, ma il più delle volte non è definitivo, costringendo il paziente a sottoporsi a molteplici interventi chirurgici. Infatti, l'autotrapianto da discreti risultati estetici ma si limita a "coprire" un problema anziché "risolverlo". E' tra i metodi più veloci per avere una capigliatura folta. Riesce a coprire il problema della calvizie.

  • Tipologia: operazione chirurgica

  • Tempistica: operazione con anestesia, in alcuni casi da ripetere negli anni

  • Efficacia: copre il problema, i capelli continueranno a cadere

  • Naturale: No

  • Rimangono segni: Si, spesso una cicatrice

  • Effetti collaterali: utilizzo bandana protettiva per i primi mesi

 

3) Terapia farmacologica / cosmetica - a volte inutile, a volte dannoso

E' indicata ai soggetti che hanno iniziato a perdere i capelli o che voglio prevenire la caduta; I principali trattamenti anti-calvizie attualmente disponibili in commercio agiscono tramite l'inibizione dell'enzima 5alfa-riduttasi (5aR) evitando che il testosterone si leghi ad esso per formare DHT nocivo al follicolo pilifero, oppure bloccando i recettori degli androgeni.Non esiste nessun farmaco in grado di generare nuovi capelli, ma il loro obiettivo è di bloccare l'avanzata della calvizie. In alcuni casi hanno effetti collaterali, a volte gravi e comportano applicazioni continue giornaliere. Solitamente con l'interruzione della cura l'effetto svanisce.

  • Tipologia: inibizione caduta

  • Tempistica: da effettuare per sempre negli anni

  • Efficacia: non risolutiva, rallenta la caduta, non fa ricrescere nuovi capelli

  • Naturale: No

  • Rimangono segni: no

  • Effetti collaterali: in alcuni casi, come le cure ormonali